Categorie
Senza categoria

La tecnologia dopo il coronavirus

La pandemia causata dal Coronavirus ha portato molti cambiamenti. Ci ha costretti tutti a trovare nuovi modi di lavorare, interagire e vivere. Ha sollevato domande su come le nostre società sono organizzate e su dove vogliamo e dobbiamo investire per il futuro.

Ci ha posto nuove sfide, non ultima quella di cercare una cura. L’evoluzione della tecnologia dopo il Coronavirus è una componente chiave del nostro sforzo collettivo per affrontare il virus e sostenere i nostri nuovi modi di vivere e di lavorare in questo periodo inaspettato.


La diffusione del virus in tutto il pianeta, ha quindi costretto l’umanità ad innovare e cambiare il modo in cui lavoriamo e viviamo

Infrastruttura digitale rafforzata

Il COVID-19 ha fatto sì che le persone si adattassero a lavorare da casa e in isolamento. Fare tutto questo, restando rifugiati nelle nostre case, ha permesso a molti di noi di valutare la possibilità di continuare alcune di queste pratiche in un mondo post-COVID-19.
Le videochiamate o in gergo le «Conference Call» hanno conquistato un po’ tutti, e sono assolutamente valide ed efficaci per tutti i tipi di riunioni

Controllo migliorato mediante Internet of Things e Big Data

Gli insegnamenti che stiamo ricevendo da questa esperienza ci permetteranno di monitorare le pandemie future utilizzando la tecnologia e i Big Data su internet. È noto in Italia il caso dell’app Immuni che utilizzerebbe i dati GPS dei nostri smartphone per tracciare gli spostamenti delle persone contagiate, segnalando con chi hanno interagito in modo da monitorare gli eventuali contagi. Nel momento in cui tecnologia e privacy degli utenti andranno d’accordo, si potranno ottenere enormi vantaggi per monitorare e affrontare in modo più efficace le future pandemie.

Telemedicina

La Telemedicina è il metodo che prevede servizi sanitari a distanza come il monitoraggio e la consulenza tra medici e pazienti online, attraverso una connessione sicura. La telemedicina quindi rimane solo un concetto per molti, soprattutto per l’Italia. Un recente articolo dell’American Journal of Managed Care ha discusso la necessità e le sfide da affrontare per incorporare la telemedicina nella quotidianità. Si legge che «sebbene permangano alcune sfide legali, e relative alle normative, l’epidemia COVID-19 potrebbe essere la giusta spinta per i legislatori e le agenzie di regolamentazione a promulgare ulteriori misure che facilitino un’adozione più diffusa della telemedicina».

Più acquisti online

Questo è avvenuto in maniera naturale, poiché la maggior della gente su tutto il pianeta ha dovuto spostare online quasi tutti i propri acquisti. Le aziende che non disponevano di un’opzione online hanno dovuto affrontare una rovina finanziaria e quelle che avevano una piccola presenza sul web hanno cercato di aumentare la propria offerta.

Categorie
news

Videocamera Xiaomi, un bug permette di vedere casa altrui

Nei giorni scorsi un utente ha condiviso su un forum la segnalazione di un bug (Malfunzionamento) relativo alla videocamera Mijia 1080p di Xiaomi la nota azienda cinese.

Dopo averla connessa al Nest Hub di Google, uno smart display, sono comparse immagini provenienti dalle case di altre persone.

Categorie
news

Facebook con Reuters per il deepfake

Facebook si allea con Reuters, l’agenzia di stampa, per creare un corso online per individuare i deepfake.

Il deepfake (parola coniata nel 2017) è una tecnica per la sintesi dell’immagine umana basata sull’intelligenza artificiale, usata per combinare e sovrapporre immagini e video esistenti con video o immagini originali, tramite una tecnica di apprendimento automatico, può essere usato per creare fake news, bufale e truffe.

Categorie
news

Se non paghi, pubblichiamo i tuoi dati!

È la nuova frontiera dei ransomware, se cadi vittima di un attacco e scegli di non pagare il riscatto, i tuoi file potrebbero finire in Rete.

Cosa sono i Ransomware:

sono un tipo di malware che limita l’accesso del dispositivo che infetta, richiedendo un riscatto (ransom in inglese) da pagare per rimuovere la limitazione. Ad esempio alcune forme di ransomware bloccano il sistema e intimano l’utente a pagare per sbloccare il sistema, altri invece cifrano i file dell’utente chiedendo di pagare per riportare i file cifrati in chiaro.

Categorie
news

Falle su Android permettono, agli hacker, di controllare le fotocamere

Checkmarx, una compagnia che si occupa di sicurezza informatica, ha scoperto una falla nel sistema operativo Android, riguardante i permessi alle applicazioni, che consente agli hacker di prendere il controllo delle fotocamere degli apparecchi con grande facilità.

La scoperta è stata fatta a Luglio 2019 e da allora la compagnia ha collaborato con Google per risolvere il problema.

La falla rilevata sembra riguardare i soli dispositivi di Google e Samsung.