Categorie
news

Se non paghi, pubblichiamo i tuoi dati!

È la nuova frontiera dei ransomware, se cadi vittima di un attacco e scegli di non pagare il riscatto, i tuoi file potrebbero finire in Rete.

Cosa sono i Ransomware:

sono un tipo di malware che limita l’accesso del dispositivo che infetta, richiedendo un riscatto (ransom in inglese) da pagare per rimuovere la limitazione. Ad esempio alcune forme di ransomware bloccano il sistema e intimano l’utente a pagare per sbloccare il sistema, altri invece cifrano i file dell’utente chiedendo di pagare per riportare i file cifrati in chiaro.

I ransomware anziché limitarsi a mettere fuori uso un dispositivo, un computer o un network intero, ai malcapitati è chiesto un riscatto per tornare in possesso dei file in ostaggio.

Oltre al riscatto, l’estorsione.
Stando a quanto riportato dal ricercatore Brian Krebs, nei giorni scorsi il team responsabile del ransomware rinominato Maze ha messo online un sito che raccoglie l’elenco di coloro che sono finiti nella trappola e hanno scelto di non pagare. Otto fino ad ora le vittime esposte: per ognuna sono indicati la data dell’attacco, i nomi di alcuni file di testo e PSD rubati, il volume totale dell’archivio sottratto (misurato in GB) e l’indirizzo IP delle macchine colpite. Questo il messaggio (in forma tradotta) che apre la pagina.

Proprio nei giorni scorsi i cybercriminali responsabili di un altro ransomware battezzato Sodinokibi/rEvil hanno reso noto attraverso una bacheca del Dark Web l’intenzione di fare altrettanto.

Il nostro consiglio è di affidarsi ad un buon Anti-Virus, prima che la minaccia infetti il device.